Blog


RemSys.Cloud

Scritto da

Siamo lieti di presentare al pubblico il nostro nuovo portale di gestione dei servizi Cloud targati “RemSys“. Il portale è raggiungibile all’indirizzo www.remsys.cloud

RemSys ha, da sempre, l’indole per la realizzazione di soluzioni basate su concetti molto vicini a quelli del Cloud; in qualità di Partner Citrix siamo sempre a contatto con soluzioni tecniche di livello Enterprise che permettono ai nostri clienti di realizzare, solitamente On-Premise, soluzioni che permettano la remotizzazione delle postazioni di lavoro. Da qui nasce il nostro desiderio di realizzare una infrastruttura Citrix che permetta l’accesso remoto alla propria postazione di lavoro, in Cloud, anche per clienti PMI (per i quali la realizzazione di una soluzione On-Premise potrebbe non essere vantaggiosa).

RemSys.Cloud nasce quindi con il desiderio di offrire ai nostri clienti un portale da cui poter acquistare e gestire, le nostre soluzioni Cloud, tra cui:

  • RemDesk: Servizio predisposto per offrire postazioni d’ufficio in Cloud, totalmente gestite e “senza pensieri”; il cliente può acquistare tagli di servizio differenti in base al numero di utenti che desidera migrare in Cloud ed iniziare immediatamente a lavorare in uno spazio di lavoro a lui dedicato ed altamente sicuro;
  • RemApp: Servizio predisposto per offrire la virtualizzazione di singole applicazioni che il cliente desidera avere in esecuzione in ambiente Cloud; tale servizio permette, per esempio, di spostare il proprio gestionale in Cloud ed avere da subito le massime garanzie di continuità di servizio e sicurezza dei propri dati;
  • RemServer: Servizio solitamente offerto a supporto di RemDesk e RemApp; predisposto per fornire macchine virtuali aggiuntive su cui mettere in esecuzione funzionalità che si vuole mantenere esterne alle macchine RemDesk e RemApp (per esempio Database server, File Server, ecc…);

Ognuno di questi servizi può essere personalizzato a piacimento, nel caso le caratteristiche offerte non corrispondano precisamente con le necessità del cliente.

A questi pacchetti, a valore aggiunto, abbiamo affiancato anche altri servizi di natura Cloud (per esempio Office 365) che possiamo fornire ai nostri clienti e che possono ora essere acquistati direttamente online.

Citrix Partnership

Scritto da

Citrix in questi giorni è impegnata nel suo Summit annuale, che per questa edizione ha sede a Los Angeles (Anaheim), e una delle novità minori riguarda la nuova linea grafica con la quale sono stati ridisegnati i loghi dei diversi livelli di partnership disponibili. RemSys è, ad oggi, Partner Silver Solution Advisor nonchè Partner Service Provider. Ecco di seguito i nuovi loghi delle nostre Partnership Citrix!


Citrix XenDesktop 7.12

Scritto da

Da pochi giorni Citrix ha reso disponibile la sua nuova release della sua nota suite XenApp/XenDesktop. Con questa nuova versione Citrix ha voluto date una forte scossa a quei clienti che, per giuste ragioni, hanno fino ad ora atteso ad effettuare l’aggiornamento delle proprie farm dalla XenApp 6.5 alla più giovane 7.x. Tra le novità inserite in questa nuova release ci sono infatti feature che non stravolgono la funzionalità dei due capisaldi Citrix (XenApp e XenDesktop) ma vanno a tappare mancanze che nella 7.x si sono fatte sentire; tra queste l’importante funzionalità di Local Host Cache (LHC); tale feature consente alle attività di brokering di continuare a lavorare anche quando le normali operazioni sarebbero interrotte a causa della perdita del collegamento con il database del sito. LHC sostituisce la funzione di connessione di leasing ponendosi come soluzione per l’alta disponibilità consigliata per XenApp e XenDesktop. Durante le interruzioni, LHC supporta nuovi utenti e gli utenti esistenti potranno lanciare nuove risorse, così come gli utenti potranno accedere alle risorse pooled senza problemi (desktop condivisi).

Altra funzione, che potrebbe passare in secondo piano ma credo sia molto utile, è la disponibilità di attingere alle informazioni pubblicate dai Director tramite richieste SNMP. Spesso i clienti ci chiedono di poter estrarre queste informazioni tramite sonde di monitoraggio, ma nelle precedenti release non era possibile farlo agevolmente; con questa aggiunta si potranno estrarre facilmente diversi valori, come per esempio il numero di utenti connessi, la presenza di allarmi, numero di virtual machine accese, ecc…

Sono state aggiunte nuove funzionalità anche al ruolo di Storefront; ora è possibile creare più store basati su servizi IIS diversi; ciò permette di poter avere diversi FQDN che puntino alle stesse macchine Storefront, ed evitare quindi di dover predisporre macchine diverse per FQDN diversi. Lo Storefront inoltre, nella release 3.8, si aggiorna per rendersi compatibile con alcune novità delle ultime versioni di Firefox che ha rimosso anch’esso (come Chrome) la compatibilità alle NPAPI (Netscape Plugin Application Programming Interface).

Sono stati inoltre aggiornati, con nuove feature, anche questi altri componenti Citrix:

Citrix Receiver
AppDNA
VDA for Linux (con supporto ad Ubuntu)
Citrix Universal Printer Driver
Per il dettaglio completo delle novità vi consigliamo di leggere la documentazione ufficiale:

https://docs.citrix.com/en-us/xenapp-and-xendesktop/7-12/whats-new.html

Nutanix Partner Network

Scritto da

RemSys, da sempre, investe molto sulla crescita professionale delle proprie figure interne e, da qualche mese, abbiamo deciso di credere in un player di mercato per noi nuovo ed altamente innovativo: NUTANIX.

0-882199889-nutanix
Abbiamo deciso di estendere le nostre competenze puntando su NUTANIX perché la tecnologia che offre “si sposa” benissimo con Citrix e con la tipologia di soluzioni e clientela che serviamo.
Per poterci preparare sulle soluzioni NUTANIX il nostro personale si sta impegnando nello studio e nel conseguimento di certificazioni rese disponibili dal vendor.
Le nostre persone hanno ottenuto, ad oggi, diverse certificazioni NUTANIX tra cui:
– Nutanix Platform Professional (NPP)
– Nutanix Platform Sales Engineer (NPSE)
– Nutanix Platform Sales Specialist (NPSS)
– Nutanix Platform Sales Representative (NPSR)
Da qualche mese stiamo riscontrando notevole interesse, da parte dei nostri clienti, a riguardo delle soluzioni Hyper-converged e NUTANIX ci permette di presentarci sul mercato con la certezza di avere la soluzione leader del settore. NUTANIX e Citrix inoltre da tempo lavorano insieme per certificare a vicenda i propri prodotti e permettere quindi ai clienti finali di ottenere ambienti sempre più garantiti e certificati.

nutanix-instanton-vdi-for-citrix-logo
RemSys, in qualità di Partner Citrix e NUTANIX, si impegna ogni giorno per affinare le proprie conoscenze e garantire la disponibilità di competenze e professionalità su entrambi le piattaforme.

Siamo a disposizione per richieste di informazioni sulle soluzioni NUTANIX e sulle soluzioni integrate Citrix/NUTANIX.

NFS Server in XenServer

Scritto da

In questi giorni mi è capitato di dover trovare una soluzione per permettere l’accesso ad un volume XenServer da parte di un altro Host Xen e la soluzione più pulita e valida che mi sia venuta in mente è stata quella di verificare se XenServer potesse pubblicare l’accesso al suddetto volume tramite Server NFS. Solitamente gli host XenServer vengono configurati in modalità Client NFS (per connetterli a volumi pubblicati da NAS o SAN) ma l’utilizzo come Server NFS non è propriamente uno standard. Dopo qualche test e ricerche varie in rete ho potuto verificarne la fattibilità e redarne una breve guida.
Di seguito spiego come sia possibile abilitare le funzionalità di Server NFS su XenServer (da me testata su XenServer 6.2 e 6.5).
La presente guida non è una procedura certificata Citrix in quanto le modifiche ai file di configurazione potrebbero essere considerate dal supporto Citrix come modifiche “non autorizzate”, sebbene le funzionalità siano intrinseche nel sistema CentOS su cui XenServer è basato. Si consiglia per cui di non utilizzare i volumi NFS così pubblicati per memorizzarvi macchine di produzione, in quanto non se ne garantisce la continuità di servizio.
Per eseguire i seguenti passaggi è necessario l’accesso in SSH al host XenServer su cui si vuole abilitare il Server NFS.

(altro…)

Office 365, come cambiare la password di login

Scritto da

Office 365, come cambiare la password di login

Cambiare una password può sembrare una questione piuttosto banale, soprattutto per chi si definisce un utente esperto e navigato del mondo informatico, ma con l’adozione di nuove interfacce grafiche, nuovi menù e gestione online degli applicativi, anche le operazioni più basilari possono nascondere qualche insidia di troppo.

L’esempio più pratico è proprio eseguire tale operazione in ambiente Microsoft Office 365, in modo particolare, quando l’account è quello dell’amministratore, laddove il semplice “Reimposta le password utente” non può essere effettuato, come invece può essere fatto in un normale profilo.

Anche cercando su Google a volte non si riesce a trovare alcun aiuto, pur sfruttando tutto il suo sapere digitale, men che meno con le FAQ di Microsoft, che spiegano “la qualunque”, tranne, ovviamente, ciò che serve al caso in quel determinato momento.
Però, la soluzione al problema esiste ed è sufficiente seguire questi pochi semplici passaggi per trovarla con successo:

(altro…)

Attacchi DDoS: nel terzo trimestre Kaspersky Lab ha registrato un attacco durato 320 ore senza interruzioni

Scritto da

Attacchi DDoS: nel terzo trimestre Kaspersky Lab ha registrato un attacco durato 320 ore senza interruzioni

L’attacco più lungo registrato da Kaspersky Lab nel terzo trimestre del 2015 è durato 320 ore senza interruzioni, quasi due settimane. Questo è uno dei risultati del nuovo report trimestrale sugli attacchi DDoS, basato sul monitoraggio costante delle botnet e sull’osservazione di nuove tecniche utilizzate dai criminali informatici.

Tra i risultati registrati: •Gli attacchi DDoS hanno fatto vittime in 79 paesi in tutto il mondo. I primi tre paesi colpiti con maggiore frequenza sono: Cina, USA e Corea del Sud. •Più del 90% degli attacchi ha avuto una durata inferiore alle 24 ore ma il numero di attacchi con durata superiore alle 150 ore è in continuo aumento. •Il numero più alto di attacchi che ha colpito la stessa vittima è 22 e sono stati rivolti a un server situato nei Paesi Bassi. •Anche i cybercriminali, come tutti, vanno in vacanza. Agosto, infatti, è stato il mese più tranquillo del trimestre dal punto di vista degli attacchi rilevati. •Il numero delle botnet basate su Linux è rilevante: rappresentano fino al 45,6% di tutti gli attacchi registrati da Kaspersky Lab, a causa della scarsa protezione e di una maggiore capacità di banda. •Le banche sono spesso target di attacchi complessi e richieste di riscatto. •Attacchi meno complessi ma comunque pericolosi sono diventati meno costosi da realizzare.

(altro…)

Citrix annuncia nuove funzionalità di Unified Gateway per Netscaler

Scritto da

Citrix annuncia nuove funzionalità di Unified Gateway per Netscaler

Citrix ha annunciato di avere apportato importanti miglioramenti a NetScaler, il controller per la distribuzione delle app che, ogni giorno, ottimizza l’esperienza utente per il 75% degli utenti Internet. Grazie alle nuove funzionalità di Unified Gateway, infatti, i clienti possono consolidare la sicurezza ai confini della rete e offrire accesso remoto in modo semplice e unificato alle applicazioni aziendali implementate nel data center aziendale o dal cloud, su una gamma di dispositivi diversi. Mentre il settore si sta orientando verso un’ottica di network software-defined (SDN), Citrix aiuta le aziende a far sì che gli utenti restino connessi alle applicazioni in modo economico, sicuro e rapido, dando vita a un’esperienza utente avanzata su qualsiasi dispositivo e ovunque.

L’evoluzione del network software-defined pone alle aziende una nuova sfida: capire come rendere più agili le proprie applicazioni all’interno della rete, non essendo più confinate a un data center tradizionale, ma posizionate su cloud oppure offerte come servizio. Alla luce di questa nuova realtà, la visione di Citrix per quanto riguarda la rete di distribuzione del workspace richiede che le aziende considerino l’automazione della rete, si concentrino sull’esperienza dell’utente finale e rivalutino i tradizionali costi operativi per la tecnologia che supporta le applicazioni. Citrix supporta questa automazione della rete con partnership importanti, che consentono ai clienti di disporre di un modo efficace per introdurre la virtualizzazione e la flessibilità del software nei propri data center. Le tecnologie Citrix, tra cui NetScaler e CloudBridge permettono la distribuzione sicura ed economica delle applicazioni e dei dati a tutti gli utenti, in qualsiasi momento e ovunque perché possano rispondere alle esigenze del business.

(altro…)

La pennetta killer che distrugge il PC, eccola sul mercato

Scritto da

La pennetta killer che distrugge il PC, eccola sul mercato

Ideata da un gruppo di hacker russi noti come Dark Purple, si chiama USB Killer 2.0 ed è una chiavetta in grado di bruciare in pochi secondi qualsiasi dispositivo elettronico!
Questa penna usb è praticamente uguale a quelle usate per l’archiviazione di dati, ma quello che fa al pc è tutt’altro che utile, distruggendo buona parte dell’hardware.

Come funziona?

(altro…)

Attenzione a DRIDEX! Il malware finanziario è in arrivo

Scritto da

Attenzione a DRIDEX! Il malware finanziario è in arrivo

L’annuncio lo dà Symantec attraverso il suo blog: sta arrivando in Europa Dridex, malware finanziario noto anche come Bugat, che una volta infettato il computer attraverso una botnet si inserisce nel browser della vittima per rubare le informazioni, tra cui le credenziali bancarie.

Secondo quanto si legge, recentemente l’FBI e le forze dell’ordine britanniche hanno stretto il cerchio contro la botnet Dridex, arrestando una persona accusata di aver utilizzato il malware per infettare migliaia di computer.
Dietro il virus, però, si nasconderebbe un gruppo di criminali ben organizzato che è riuscito fino ad oggi a rubare decine di milioni di dollari in tutto il mondo. FBI ed Europol stanno intervenendo azzerando i computer compromessi nel tentativo di fermare la propagazione della botnet. Il malware di solito si propaga attraverso email di phishing che sembrano provenire da fonti accreditate. Se viene aperto l’allegato, infetta il computer.
Dridex è anche in grado di auto replicarsi copiando se stesso sulle unità di rete e in locale, e anche su dispositivi come chiavette usb.

(altro…)